Dieta BARF Blog

Alimenti, Snack e Integratori BARF per la dieta Sana e Naturale del Cane e del Gatto
cane con allergie

Cane con allergia

Ancora senza un voto

Cane allergico, cane intollerante, cane sensibile, cane con problemi alimentari. Sempre più spesso mi chiamano proprietari preoccupati per la salute del loro cane che dimostrano sintomi più diversificati: perdita di pelo a chiazze, forfora, arrossamenti cutanei, bolle cutanee, croste, diarrea, gonfiori addominali, alito cattivo….sono solo alcuni dei problemi derivanti principalmente dalla CATTIVA ALIMENTAZIONE del vostro cane.

Anche io in passato mi sono imbattuto in questi spiacevoli problemi con alcuni dei miei cani perchè anche io sbagliavo alimentazione. Avendo molti cani, nutriti con lo stesso alimento, alcuni mostravano problemi, altri no. Si sa, proprio come noi umani, i cani non sono tutti uguali. Quando inizierete a vedere il vostro cane che si gratta in continuazione, che avrà la pelle arrossata, il manto pelato a chiazze….verrete presi da sconforto, tristezza e da sensi di colpa. Anche i veterinari brancolano nel buio e vi proporranno, la crocchetta che loro stessi sponsorizzano. Che fare?

Ripartire da zero! Innanzitutto bisogna “cercare di capire” a cosa è allergico il vostro cane. Può essere di tutto! Spesso si da la colpa al pollo ma anche al manzo o all’agnello. Ancora più spesso, non è così! La proteina del pollo spesso non c’entra, può essere dovuto ai famigerati riempitivi che vengono utilizzati in abbondanza nelle crocchette per cani di fascia bassa, quelle più economiche. In pratica, per “stare nei costi”, alcune aziende di pet food utilizzano i cereali come il mais, orzo, farina di soia ed altri ancora anzichè la farina di carne che costa assai di più. Addirittura la farina di soia o di carrube viene utilizzata per aumentare il tenore proteico in quelle crocchette dove la carne è presente in piccolissima quantità per aumentarne il tenore proteico dell’etichetta… Queste farine di cereali, spesso sono la principale causa di infiammazioni gastro intestinali che provocano al cane dolori, irritazioni, rash cutanei, diarrea, montagne di feci, pigrizia e letargia….. Ma non è finita qui…. bisogna fare una differenza tra carne disidratata ad uso umano, la migliore e carne e derivati…… La prima rappresenta la ciccia che viene scartata durante la lavorazione della carne per il consumo umano. Sono principalmente ritagli di muscolo.

Nella dicitura “carne e derivati…”ci può essere davvero di tutto….: mammelle, tendini, ritagli vari, becchi, piume triturate, unghie. Tralasciamo le eventuali parti tumorali incontrate durante la lavorazione… Proprio per l’altissima percentuale di piume, becchi ed unghie e l’altissima presenza di cheratina, questa “carne..e derivati…” possiede un’elevato tenore proteico ma per via della cheratina, il cane non riuscirà ad assimilarla ma sull’etichetta avrete un buon tenore proteico…!

Altra cosa importante da sapere è che per la Legge italiana, tutti i componenti riportati in etichetta, vanno inseriti dalla quantità maggiore a quella inferiore. Quindi…se come primo ingrediente in etichetta troverete ad esempio “mais” o più genericamente “cereali” dovete sapere che il primo ingrediente del mangime che darete al vostro cane sarà composto principalmente da Mais, basta saperlo ed esserne consapevoli.

Visto che ora sapete leggere un’etichetta, ora saprete scegliere meglio per il vostro cane.

Non è finita qui…. La crocchetta per cani subisce un procedimento detto estrusione. La miscela di farina di carne, cereali, coloranti, conservanti e tutti gli altri ingredienti viene pressata ad altissima pressione e convogliata in getti di vapore che portano la crocchetta tra i 180 e i 250 gradi celsius per un brevissimo tempo. Questo processo serve a debellare eventuali presenze batteriche/fungine dannose. L’elevata temperatura distrugge una buona parte delle vitamine presenti all’interno degli ingredienti stessi quindi le reintegrano alla fine aggiungendo vitamine sintetizzate in laboratorio.

Morale della favola, se nutrite il vostro cane con le crocchette per cani che sono una miscela infinita tra farine di carne, farine di cereali, coloranti, conservanti, vitamine sintetiche….e avete il cane con sintomi da allergie alimentari, ripartite da zero, iniziate con la BARF.

Partite con una sola fonte proteica, pollo, manzo, maiale scottato. Usate il riso come unica fonte di carboidrati. Aggiungete mela e carota, un cucchiaio di olio di salmone. Provate così per 15 giorni e osservate bene il vostro cane. Sono convinto che per il 90% delle volte, tutto inizierà a cambiare. Il vostro cane sarà più sveglio, giocherellone, si gratterà meno, le bolle scompariranno. Se ciò non dovesse accadere, eliminate il riso e continuate per altri 15 giorni.

Se non siete pratici di BARF , di dosaggi, di crudo, usate Altudog. E’ un alimento per cani 100% naturale, anallergico, studiato da veterinari e nutrizionisti spagnoli. E’ sul mercato da diversi anni e ha fatto felici migliaia di cani e relativi padroni. Io ne sono entusiasta a tal punto che ho deciso di importarlo per far felici anche i cani italiani. Abbiamo risolto una infinità di problemi derivati dalla cattiva alimentazione dei cani e la soddisfazione di aver risolto dermatiti, gastro enteriti, alitosi e continue diarree, e vedere cani attivi, giocherelloni e in perfetta forma, per me non ha prezzo.

Federico Lavanche

Valuta questo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *